81 ricette di cucina per principianti

Georges Perec e le sue 81 ricette di cucina per principianti

 

81 ricette di cucina per principianti è più di un libro di ricette, è un interessante volume scritto da Georges Perec, qui una breve nota bio-bibliografica. L’edizione Henry Beyle è elegante, stampata su carta zerkall-bütten e tirata in 375 copie numerate.

Il libro si può leggere tanto come un piccolo gioiello della letteratura tanto come un ricettario – le ricette ci sono, l’esecuzione è compito del volenteroso cuoco. . 

I segreti di 81 ricette di cucina per principiati ci vengono svelati da Giancarlo Maggiulli, curatore del volume:

 

“Non è l’enumerazione, invece, bensì il numero– altro elemento fondamentale dell’estetica di Perec – la chiave di 81 ricette di cucina per principianti. Come si può subito constatare, ricorrono sempre tre ingredienti base (coniglio, sogliola, animelle di vitello) e tre tecniche culinarie. Tutte le ricette si fondano quindi sulle permutazioni di un insieme di fattori assai limitato, all’interno di una rigida griglia normativa che soltanto nella fase finale concede l’accesso a una variabile (il piatto di accompagnamento, la salsa mandata in tavola a parte, la sostanza spolverizzata). La cucina di Perec, così vincolata, si presenta allora come lo specchio della sua arte letteraria, dove la ‘costrizione’ autoimposta – formale, strutturale, matematica – non deprime, ma stimola e amplifica le facoltà creative, secondo i principi di quell’Officina di Letteratura Potenziale (OuLiPo), fondata nel 1960 da Raymond Queneau e François Le Lionnais, di cui Perec è forse il principale esponente. […] E qui si è colti da vertigine. Perché i piatti di coniglio, così come quelli di sogliola, così come quelli di animelle, sono ventisette, multiplo di nove. E naturalmente ventisette volte ciascuna compaiono le tre diverse operazioni e le tre diverse conclusioni. Si capisce quindi perché nel titolo si tenga a precisare che le ricette sono ottantuno, ovvero nove al quadrato (ma anche 8 + 1 = 9).”

 

In questo vortice di creatività matematica e culinaria Ti riporto tre ricette prese dal volume e a te ricrearle e mandarmele qui o su Facebook, se qualche ristoratore fosse interessato potremmo organizzare una serata di “Letteratura e Cucina potenziale” J.

 

Coniglio arrosto alla maniera di Grenoble

Spalmare generosamente di senape forte due conigli giovani. Cuocere a forno medio per 40 minuti, bagnando di frequente. Deglassare con del Noilly. Servire accompagnando con patate alla savoiarda.

 

Animelle di vitello aurora

Tagliare a fettine sottili quattro animelle di vitello dopo averle fatte spurgare in acqua leggermente acidula con succo di limone. Rosolare a fuoco vivace in un ampio tegame, quindi abbassare la fiamma e lasciare cuocere a fuoco lento. Deglassare con del Noilly. A parte, mandare in tavola una salsiera di salsa Aurora.

 

Sogliola al forno

Sfilettare due belle sogliole. Cuocere a forno medio per 40 minuti, bagnando di frequente. Deglassare con del Noilly. A parte, mandare in tavola una salsiera di salsa beurre blanc.

 

A questio punto non mi resta che augurarti buona lettura e buon appetito

Firma Leo

2019-10-24T18:02:12+01:00Libri, Ricette|

Scrivi un commento